Vi invitiamo ad esplorare liberamente il nostro sito e ad esaminare senza pregiudizi il messaggio che vi proponiamo. E' lo stesso messaggio eterno di cui parla la Bibbia quando dice:

"...poi vidi un altro angelo che volava in mezzo al cielo e che aveva l'evangelo eterno da annunziare agli abitanti della terra e ad ogni, nazione tribù, lingua e popolo" (Apocalisse 14:6).



NON C'E' CHE UN PASSO...


«Com'è vero che l'Eterno vive e che vive l'anima tua, fra me e la morte non v'è che un passo ...»

(1 Sam. 20,3)


    «... insegnaci dunque a contare i nostri giorni affinché acquistiamo un cuor savio ...» (Salmo 90,12)
 
 

Ogni giorno molte persone muoiono improvvisamente in seguito a incidenti o infarti cardiaci.
 
 

Non c'è che un passo tra ogni individuo e la morte. La Parola di Dio è vera ancora oggi. «Poiché ogni carne è come erba, e ogni sua gloria come fior d'erba. L'erba si secca, e il fiore cade; ma la Parola di Dio rimane in eterno.» <1 Pietro 1,24)
 
 

Cosa accadrebbe di te se Dio ridomandasse oggi la tua anima? Saresti pronto?
 
 

Pensa, non c'è che un passo tra te e la morte. Stamane tu puoi lasciare la tua famiglia, forte e pieno di vita, recandoti al tuo lavoro, e ritornare morto questa sera. Non c'è che un passo verso la morte. Ciò riguarda ognuno di noi. La nostra vita è molto fragile. Molti di quelli che se ne sono andati così improvvisamente, hanno dovuto accettare di fare questo passo in un momento nei quale non l'avrebbero mai desiderato. Tu non puoi disporre della tua vita; è l'Onnipotente Iddio che decide di questo solenne momento di separazione. E' un passo che l'uomo non può evitare. «Insegnaci dunque a contare i nostri giorni affinché acquistiamo un cuor savio . ..» (Salmo 90,1 2>.
 
 

Tu sei insensato se non ti preoccupi di questo passo. Esso ti separerà definitivamente da tutto ciò che tu amavi nella vita e che consideravi molto importante. Tu sarai separato da quelli che tu ami. Lascerai per sempre i beni materiali ai quali tieni tanto.
 
 

Caro lettore, è tempo di pensare a questo passo se tu non l'hai ancora fatto. Fai silenzio davanti al tuo Dio. Tu non puoi restare indifferente davanti all'evidenza della necessità di questo passo decisivo. Nell' Evangelo, il Signore Gesù indica chiaramente che ci sarà una netta separazione tra credenti e non credenti (Luca 16). Disgraziatamente per una moltitudine di persone la morte è il passo verso l'inferno, il luogo dei tormenti eterni. Se tu tralasci le esortazioni del Vangelo che ti invitano a mettere in regola la tua vita, il tuo ultimo passo ti condurrà alle perdizione eterna.
   

Ebbene, se c'è un passo verso la morte eterna, c'è pure un passo verso la vita eterna. Considera ciò che Gesù ti dice: «lo sono la via, la verità e la vita, chi crede in me anche se muoia vivrà e chi vive e crede in me non morrà mai'> (Giov. 11,25). Ancora una volta ti pongo la domanda: Hai fatto questo passo decisivo verso il Signore Gesù? Forse dirai tu: «Per me non è necessario, Io sono stato battezzato e cresimato, io faccio la comunione tutte le mattine ed alla mia morte riceverà l'estrema unzione. Io sono religioso e non c'è pericolo per me. Questo passo è per quelli che non hanno religione nè vita morale. Quanto a me ho una vita onesta e non faccio male a nessuno.»
 
 

Pensa, caro lettore, che solo colui che ha la certezza della salvezza, grazie al sangue prezioso die Gesù Cristo, unico Salvatore e Mediatore tra Dio e l'uomo, farà alla sua morte il passo verso la vita eterna. Tu non hai la facoltà di fare questo passo quando vuoi. Dio ti chiama oggi, domani potrebbe essere troppo tardi. Gesù, il Figlio di Dio è stato mandato per la salvezza del mondo. Dunque anche per te Egli ha sofferto ed è morto sulla croce, spargendo il Suo sangue innocente per espiare tutti i peccati. «Egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è stato su Lui, e per le Sue lividure noi abbiamo avuto guarigione» (Isaia 53,5).
 
 

Gesù ha trionfato su tutte le potenze di Satana. Giovanni Battista disse di Lui: «Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo» (Giov. 1,29). A Colui che ha fatto tanto per te, non vuoi abbandonarGli la tua fragile vita? Non vuoi tu rifugiarti nelle Sue braccia d'amore che ti condurranno e ti proteggeranno fino alla gloriosa eternità? Afferra oggi stesso la grazia che ti viene offerta. Pentiti di tutto cuore e confessa i tuoi peccati. Queste parole del Salvatore sono per te: «lo non caccerò fuori colui che viene a me» <Giov. 6,37). Sia la tua decisione sincera e completa, poiché Cristo che vede nel tuo cuore non accetta alcun compromesso. Sii pronto ad abbandonare i tuoi peccati, le tue cattive abitudini, le cattive compagnie, per vivere la vita nuova che Dio ti indica nella Sua Parola. Credi di tutto cuore all'opera redentrice del Salvatore che è perfetta e pienamente sufficiente per salvarti e liberarti dai tuoi peccati. Ascolta cio che Egli disse morendo sul Calvario: «Tutto è compiuto!»

Se oggi, nella sincerità del tuo cuore ed in tutta umiltà, tu hai preso questa decisione davanti a Dio e hai accettato per fede Cristo nel tuo cuore e nella tua vita, tu hai fatto il passo più importante della tua vita, il passo verso la vita eterna.
 
 

Giuseppe Schmid

Siete stati benedetti da questo trattato? Passatelo ai vostri amici e alle vostre conoscenze. A richiesta vi manderemo altri trattati e dei buoni che danno diritto ad una copia gratuita dell' Evangelo secondo Giovanni, con Corso biblico per corrispondenza.
 

CHIESA CRISTIANA EVANGELICA
Via Aterno,199
65100 PESCARA