Vi invitiamo ad esplorare liberamente il nostro sito e ad esaminare senza pregiudizi il messaggio che vi proponiamo. E' lo stesso messaggio eterno di cui parla la Bibbia quando dice:

"...poi vidi un altro angelo che volava in mezzo al cielo e che aveva l'evangelo eterno da annunziare agli abitanti della terra e ad ogni, nazione tribù, lingua e popolo" (Apocalisse 14:6).



l’adrenalina

Fa bene ridere? Certo! Ridere è di per se stesso “buon umore”! Ma la risata va molto oltre il buon umore. Ogni risata di cuore, è una scarica di adrenalina nella circolazione del sangue. L’Adrenalina è una sostanza di potente azione benefica; viene elaborata dalle ghiandole surrenali ed è versata costantemente nel sangue, un po come l’insulina, sotto questo aspetto, ma con effetti diversi. L’adrenalina fa bene a tutto l’organismo, è un guardiano della nostra salute nelle infiammazioni, per l’asma e, pensate, perfino contro le paralisi cardiache, cioè quando si ferma il cuore. Insomma questa sostanza miracolosa viene prodotta perfino per sintesi chimica per essere utilizzata all’occorrenza in applicazioni locali! Ma, attenzione, non tutte le risate sono utili a produrre adrenalina! Vi è Risata e risata!

Sia chiaro che non è un trattato di medicina e salute che tratteremo. Sto parlando dell’adrenalina per attrarre la vostra attenzione! Ma riflettendo sul ridere, ho visto delle cose interessanti che vorrei parteciparvi.

Vediamo un po: Quali sono le ragioni per cui si ride?

1. Si può ridere di gioia e di contentezza! Questo ci fa bene!

2. Si può ridere ironicamente, o sarcasticamente per Invidia, disapprovazione, o incredulità! Questo non è affatto utile alla salute! Anzi fa molto male!

3. C’è poi il riso dello stolto! Anche questo non secerne adrenalina, è un riso vano. Ecc. 7:6 “Poiché qual è lo scoppiettio de’ pruni sotto una pentola, tal è il riso dello stolto. Anche questo è vanità”.

4. Si può ridere perché siamo fermamente convinti del contrario su un argomento. Neanche questo giova alla salute. Però ci fu un accezione. Sara rise perché non credeva che potesse avere un figlio alla sua età; Infatti, Abramo e Sara avevano 100 e 90'anni! Chiunque avrebbe riso d’incredulità. Ma il riso di Sara é di l'amarezza, Gn. 18:11-15; 17:17. “Or Abrahamo e Sara eran vecchi, bene avanti negli anni, e Sara non aveva più i corsi ordinari delle donne. E Sara rise dentro di sé, dicendo: <<Vecchia come sono, avrei io tali piaceri? e anche il mio signore è vecchio!>>“. Ma poi, dopo un anno, puntualmente nacque Isacco. Ma qui però, l’adrenalina non centra niente.

Poi nella Bibbia scopriamo che: anche il Signore può ridere!

Ride per esempio della ribellione dei popoli, perché Egli sa che li confonderà; ride per la sua sicurezza e della testardaggine degli uomini! Dice nel Sl. 2:1,5. “Perché tumultuano le nazioni, e meditano i popoli cose vane? I re della terra si ritrovano e i principi si consigliano assieme contro l’Eterno e contro il suo Unto, dicendo: Rompiamo i loro legami e gettiamo via da noi le loro funi. Colui che siede ne’ cieli ne riderà; il Signore si befferà di loro. Allora parlerà loro nella sua ira, e nel suo furore li renderà smarriti”

Ride degli empi perché li vede già nella loro condanna; ride per la Sua vittoria

Sl.37:12-13. “L’empio macchina contro il giusto e digrigna i denti contro lui.

Il Signore si ride di lui, perché vede che il suo giorno viene”.

Nee 8:10 ci dice che "...il gaudio dell'Eterno è la vostra forza" il Suo ridere è un segno di gioia e di sicurezza per i credenti!

Ridere, allora, quando non é espressione di stoltezza, é un'espressione di sicurezza, di vittoria e di allegrezza!

Ma, c’è anche Satana che ride:

Per un "fine ultimo", egli ha poco da ridere, perché é già stato vinto; la sua fine, é solo una questione di tempo. Gesù vide in anticipo la caduta di satana. Lc.10:17-20: “Io mirava Satana cader dal cielo a guisa di folgore”.

E in Ap.20:10, dice che sarà gettato nello stagno per essere tormentato... “E il diavolo che le avea sedotte fu gettato nello stagno di fuoco e di zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta; e saran tormentati giorno e notte, nei secoli dei secoli”. C’è poco da stare allegri

Ma allora, cosa può avere satana da ridere, se é già stato vinto, e questo lui lo sa?

Già, di cosa può ridere e vantarsi Satana?....

1° Ride sui perduti quando può tenerli lontani dalla verità, sia per trascinarli con sé nell'abisso, sia perché s'illude di poter regnare su loro, almeno per ora, al posto del Signore (e questo, purtroppo é anche tragicamente vero!)

2° Nella sua malvagità, ride quando nel tempo può offuscare la Gloria che Dio vuol trarre dai Suoi redenti!

Il credente é un essere "redento e rigenerato", il chè, come tale, glorifica il Signore. Ma, quando nella sua condotta contraddice la sua "nuova identità", Satana ride! In questo, Satana non ha guadagnato niente, perché il credente, come tale é sempre salvato, ma nel tempo, la gloria del Signore non può manifestarsi!

Consideriamo ora le molte altre ragioni per cui può ridere. Ce ne sono molte di ragioni, ma per brevità ne ho presso alcune per ognuno di questi tre rapporti:

• Nel nostro rapporto con la Parola di Dio, cioè la considerazione che abbiamo di essa;

• Nel nostro rapporto intimo col Signore;

• Nel nostro rapporto con gli altri.

in rapporto alla Parola di Dio, Satana:

1° Ride ogni volta che si dubita del contenuto della Parola.

2° Ride quando la Parola di Dio diventa un fatto culturale, anziché pane di vita, codice e regola di vita !

3° Ride quando si devia dallo spirito delle Scritture, e si cade: o nell'ortodossia legalista, o nell'indifferenza agli insegnamenti. O quando si fanno teorie astratte.

4° Ride quando l'uomo diventa religioso e quindi superstizioso, anziché curare la fede in modo reale mediante un reale e stretto rapporto con la Parola.

5° Ride quando la nostra capacità, e i parametri della nostra intelligenza, condizionano la Parola di Dio! E gli facciamo dire quello che ci piace, trascinando altri, nell’errore di una fede sbagliata.

nel nostro rapporto col Signore:

6° Ride quando il timore di Dio diventa paura e non confidanza. Quando si ha paura di Dio si perde la gioia di essere credenti o meglio: Suoi figliuoli.

7° Ride quando si tiene conto soltanto della Sua giustizia e non dell'amore; e viceversa!

8° Ride quando l'amore che é in noi, é debolezza, incapacità e non "volontà ferma", decisione di bene vero, su basi precise e giuste, anche a costo di difficoltà.

9° Ride quando un credente che serve cade nell'attivismo, (nell’abitudine) anziché ricercare una più intima e fervida comunione con il Signore...

10° Ride quando riteniamo poco importante l’ora di radunamento e non non siamo assidui ai culti. É una vittoria che ottiene col nostro consenso.

11° Ride, quando il nostro rapporto con il Signore é un dovere che compiamo e non un privilegio che ci é toccato; quanto può esserlo un dare, con l’intento di ricevere!

Infine, nei nostri rapporti con gli altri:

12°Ride quando curiamo i rapporti spirituali come fosse l’amicizia. Spesso sentiamo credenti vantare amicizia con altri credenti, volendo far intendere un più intenso rapporto con loro. Ma il rapporto fraterno, spirituale supera i difetti dell’amicizia, nelle simpatie e antipatie, nella critica e l’opportunismo. Come vincoli si somigliano, ma non sono la stessa cosa.

13° Ride quando sono: l'uomo e le circostanze, a incuterci timore, più di quanto ne incute il Signore stesso! (A volte per paura... facciamo cose che...)

14° Ride quando diamo onore, gloria e valore all'uomo (sia a noi stessi che ad altri), anziché al Signore; anche se fatto ipocritamente, il diavolo ride lo stesso.

15° Ride quando il nostro “amore” vorrebbe superare quello del Signore, tacendo sul peccato, scusando anziché denunziando. In questo modo non manifestiamo affatto amore. Dovremmo aiutarci a vicenda a non peccare! Non dovremmo offenderci quando qualcuno ci dice: <<fratello quello che stai facendo è peccato!>>. Perché l’intento di ciascun credente è di dar gloria a Dio!

16° Ride quando non ci curiamo dell’apparenza di male!

Infine, e non sarebbe la fine, mi sono posto un limite ma perdonatemi uno in più:

17°Ride quando due credenti litigano spinti dall’orgoglio dalla gelosia, dall'invidia che é riuscito a seminare in loro!

Ma perché possono succedere queste cose?

Perché sottovalutiamo il diavolo e non vegliamo, e non diffidiamo di lui come dovremmo! 2Cor.2:11 dice: “affinché non siamo soverchiati da Satana, giacché non ignoriamo le sue macchinazioni” , cioè non dobbiamo ignorare e sottovalutare le sue macchinazioni!....

In 1Cor.11:14 Paolo dice che: "Satana si traveste in angelo di luce..."! Cioè, vuole apparirci "santo", perché vuole che gli diamo la mano fiduciosi, come dei bambini che vengono rapiti! Ma le conclusioni che ci dà sono sempre ingannevoli!

Conclusione:

Beh!.. la conclusione la lasciamo trarre alla Parola di Dio, certo però, che far ridere Satana per arrecargli delle belle scariche di adrenalina nel suo essere malefico, per fargli godere una buona salute è una cosa che non dovrebbe fare un credente nel Signore! 1 Pie 5:8-9: ci raccomanda "vegliate e state sobri..." Cioè siate equilibrati, temperati, non cercare di strafare perché il diavolo agisce sul vostro equilibrio. Ora, con questo non vi sto dicendo di vedere il diavolo dappertutto come successe ai primi credenti negli U.S.A. che, quando assaggiarono il gelato la prima volta dissero: "deve essere dal diavolo, perché é troppo buono!". Quindi equilibrati nel senso scritturale, di saper distinguere ciò che onora Dio da quello che lo disonora.

La Scrittura ci dice che il diavolo vuol farci cadere, perciò attenzione! Quando si cade si piange!

Possiamo resistere al diavolo, stando fermi nella fede, anche quando i fatti e la ragione direbbero il contrario! E' proprio in queste cose che é nascosto il suo inganno!